La Marchigianità emerge al VinoVip Cortina. Velenosi e Umani Ronchi fanno squadra e lanciano il vino delle Marche nel Mondo

Il 10-11 luglio si è tenuto VinoVip Cortina, evento organizzato sotto la regia di Alessandro Torcoli, direttore di Civiltà del Bere, ideatore di un evento mondiale che negli anni affascina sempre di più

Il Vinovip Cortina regala un messaggio d’amore, regala una unicità tra i produttori e tra i vignaiuoli che sanno manifestare bellezza, si uniscono e guardano oltre e amano sfidare sé stessi e i propri valori.

A Cortina incontriamo Angela Velenosi e Michele Bernetti, le uniche due aziende marchigiane presenti al più grande Tasting italiano del vino.

video
play-rounded-fill

Michele e Angela, con empatia e complicità, ci raccontano che l’unione fa la forza e che l’identità e il valore di stare insieme sono unici e irripetibili. In una amabile sfida nella presentazione del proprio vino del cuore mi hanno stupito entrambi. Hanno voluto, infatti, valorizzare e presentare Il vino dell’amico produttore: Angela Velenosi ha presentato il grande vino Cumaro e Michele Bernetti ha manifestato il Roggio del filare.

Questo è un gesto d’amore a favore della Marchigianità del vino nel mondo.

Ci piace osare e guardare lontano e questi grandi eventi mostrano compattezza e visione alta e sono segnali di forte sensibilità a favore di una terra bellissima come le Marche. Serve voglia di condivisione e di dialogo, per parlare di bellezza, di generosità e di gesti d’amore che servono a tutti.

Ora occorre che ognuno di noi alzi il profilo, tutti assieme possiamo virare verso lidi più alti e migliori.

Il Cumaro e il Roggio del Filare esigono piatti forti al tartufo. Il mio abbinamento supremo è rivolto verso un filetto di marchigiana con fuso di Casciotta d’Urbino e copioso tartufo nero estivo, rigorosamente grattugiato in guanti bianchi davanti all’ospite. 

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.