È nato il patto di Buongusto tra l’Accademia mondiale del tartufo e la Japan Italy Economic Federation, unendo Italia e Giappone per Expo Osaka 2025.

Giuseppe Cristini, Direttore artistico dell’Accademia del Tartufo, e Daniele Di Santo, Presidente della Japan Italy Economic Federation, hanno ufficialmente siglato un importante accordo in vista di Expo Osaka 2025. Questo patto, denominato “Patto di Buongusto“, rappresenta un passo significativo nella promozione della cultura enogastronomica italiana e giapponese.

Queste due istituzioni si ergono come autorevoli promotori e ambasciatori dei prodotti italiani, mettendo in primo piano il tartufo e altre prelibatezze italiane. La collaborazione tra le due culture culinarie è simboleggiata dall’accostamento del tartufo italiano al sakè giapponese, un connubio che va oltre il cibo, rappresentando l’unione di due mondi e due tradizioni.

L’Italia e il Giappone condividono una lunga storia di scambi diplomatici e commerciali, nonché una costante ricerca dell’eccellenza. Entrambi i paesi basano le proprie economie sul contributo prezioso delle piccole e medie imprese (PMI), che costituiscono oltre il 90% dei loro sistemi economici. Queste aziende a conduzione familiare svolgono un ruolo cruciale nella preservazione delle tradizioni e delle identità territoriali, promuovendo la cultura enogastronomica come un elemento di potere globale.

Mangiare e bere sono considerati un’arte in Italia e in Giappone, e costituiscono elementi di notevole importanza nel soft power di entrambi i paesi a livello internazionale.

L’accordo firmato rappresenta l’impegno di entrambe le istituzioni nell’approfondire ulteriormente questa collaborazione. Verrà sviluppato un fitto programma di iniziative volte a valorizzare l’integrazione tra Italia e Giappone nel settore culinario. L’obiettivo è far sì che questa visione condivisa trovi la sua massima espressione nella vetrina internazionale offerta da Expo Osaka nel 2025. Sarà un’opportunità unica per celebrare la bellezza delle tradizioni gastronomiche e culinarie di entrambi i paesi.

2 minuti 8 mesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *