Un’occasione deliziosa: la presentazione di un libro dedicato al tartufo. L’evento si è svolto nelle suggestive Osterie e Botteghe Francescane di Ascoli Piceno.

Nella splendida cornice di Ascoli Piceno, nel cuore del centro storico impregnato di storia e cultura, è stato presentato “L’Italia del Tartufo”, a cura di Gianluca Carrabs. L’autore sta attualmente girando l’Italia per presentare questo prestigioso libro.

All’importante evento hanno partecipato il curatore della guida, Gianluca Carrabs, il Sindaco Marco Fioravanti, l’Assessore Andrea Antonini della Regione Marche, Fausto Calabresi della Camera di Commercio delle Marche, il Presidente del Consorzio BIM Luigi Contisciani e l’organizzatore dell’evento, Giuseppe Cinesi.

Il protagonista indiscusso è stato il tartufo, sia bianco che nero, che in queste colline ascolane si presenta come un vero gioiello gastronomico.

Il tartufo nero pregiato di questa regione è senza dubbio il migliore, diventando la stella nelle cucine e nei ristoranti delle Marche e d’Italia. Gli chef non vedono l’ora di utilizzarlo, grattugiandolo su piatti che vanno dall’antipasto al dessert.

Da ora fino a marzo, questo tartufo pregiato, paragonato al Périgord francese, sarà il protagonista in fiere e eventi nei comuni piceni come Roccafluvione, Comunanza, Force, Palmiano e altri, che lo promuovono con orgoglio.

Le parole dell’Assessore Andrea Maria Antonini hanno sottolineato quanto il tartufo nero pregiato dell’Ascolano sia un ambasciatore eccezionale per il Piceno e le Marche, contribuendo alla promozione della cucina marchigiana a livello nazionale e internazionale.

La ristorazione dell’entroterra marchigiano ha sicuramente un nuovo e irresistibile richiamo gastronomico da offrire durante i mesi invernali, fino all’arrivo della primavera.

La serata nel Piceno è stata conclusa con una degustazione di piatti al tartufo, curata dagli chef del ristorante Osterie e Botteghe Francescane e dal maestro di cucina Roberto Dormicchi.

2 minuti 5 mesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *