L’investitura accademica di Fabio Zandonà si è svolta al Ristorante Corte Scaligera di Mozzecane-Verona, a due passi dal Lago di Garda, di fronte a un pubblico di 100 persone

Il Veneto si rivela essere una terra ricca di tartufi, anche se spesso poco conosciuta al di fuori della regione. Dalle valli del Bellunese fino ai Colli Berici e al Monte Baldo, la preziosa prelibatezza si trova diffusa in tutto il territorio.

In un’occasione di gran classe, Fabio Zandonà ha ricevuto un prestigioso riconoscimento da parte dell’Accademia del Tartufo nel Mondo presso il Ristorante Corte Scaligera di Mozzecane-Verona. Rivolgendosi al pubblico di 100 persone presenti, ha dichiarato commosso: «È per me un onore ricevere questo importante riconoscimento, e mi impegnerò a contribuire sempre di più alla divulgazione e valorizzazione di questa meravigliosa preziosità.»

Il suo obiettivo è far conoscere i tartufi veneti in tutte le loro tipologie e promuoverli come prodotti di altissima qualità, vantando oltre 5.500 cavatori in tutta la regione.

Anche la ristorazione locale ha una ricca tradizione culinaria legata al tartufo. Partendo dai Colli Berici nella provincia di Vicenza, passando per la Lessinia fino al Monte Baldo, si trovano prelibatezze culinarie a base di tartufo. I grandi chef stellati dei ristoranti sul Lago di Garda, a Verona e Venezia già utilizzano questa deliziosa pepita, rendendo la regione un luogo di grande fascino turistico internazionale.

Il progetto “I Tartufi del Veneto” ha ricevuto il sostegno e l’interesse delle istituzioni regionali e provinciali. Personalità importanti come Flavio Pasini, Presidente della Provincia di Verona, Filippo Rigo, Consigliere regionale del Veneto, e Jacopo Maltauro, Consigliere delle Politiche giovanili di Vicenza, hanno dimostrato il loro impegno nel promuovere questa eccellenza agroalimentare.

Guardando al futuro, nuovi progetti sono già in programma per il prossimo fine settembre, con l’obiettivo di valorizzare non solo i tartufi ma anche altre prelibatezze agroalimentari venete, come vini e formaggi.

L’organizzazione impeccabile, curata principalmente dall’azienda L’Eccellenza di Antonino Previte, ha permesso di offrire una cena di gala con una sequenza gustativa di 5 piatti, tutti arricchiti dal pregiato tartufo tuber aestivum. Tale raffinatezza culinaria ha portato il Ristorante a ricevere il prestigioso riconoscimento di “Ristorante Top del Tartufo per il 2023”.

Durante l’evento, è proseguito il Magic Summer Truffle Tour di Cristini, un’entusiasmante iniziativa dedicata alla presentazione itinerante del dizionario internazionale del tartufo.

Il talento e l’impegno di Fabio Zandonà, insieme alla passione dei protagonisti coinvolti, contribuiranno sicuramente a fare emergere il Veneto come una delle migliori regioni per la produzione e la valorizzazione dei tartufi, consolidando la sua reputazione di tesoro culinario da scoprire.

3 minuti 7 mesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *