Diego Ciciliani, chef e abile cercatore di tartufi al Ristorante Lo Smeraldo sul Lago di Castreccioni, conduce una straordinaria sinfonia culinaria, dalla ricerca mattutina dei tartufi bianchi pregiati alla tavola

Nel tranquillo contesto del Lago di Castreccioni a Cingoli, Diego Ciciliani, cuoco e appassionato cavatore di tartufi, inizia ogni giornata all’alba con il suo fedele compagno a quattro zampe, Panna, per cacciare i pregiati tartufi bianchi. Dopo una mattinata di ricerca, torna a casa, ristora sé stesso e concede un meritato riposo al suo compagno, per poi dedicarsi alla preparazione di piatti straordinari a base di tartufo bianco.

La sua cucina varia dall’antipasto al dessert, offrendo esperienze uniche come la patata di Montagna con panna acida, tartufo bianco e olio al prezzemolo, o il tortello ripieno di fagioli tondini, acqua di parmigiano, cacio e pepe e tartufo bianco. I tortelli con erbe aromatiche, con tocchi aromatici di prezzemolo, timo, maggiorana, finocchio selvatico e limone al centro, sono una vera delizia per il palato. Prima del dolce, una miscela di erbe spontanee, castagne, funghi prataioli, porcini e pioppini fritti delizia i commensali, culminando in un dessert decadente: ganache di cioccolato bianco montato, castagna mantecata al rum, cioccolato fondente al latte e tartufo bianco pregiato.

La particolare attenzione di Diego alla qualità e alla pezzatura dei tartufi si traduce in un’offerta accessibile per chiunque voglia gustare l’autenticità dei sapori a millimetro zero. La sua cucina non si limita a piatti classici, ma si distingue per l’approccio innovativo e lo studio dettagliato.

In sala, la moglie Claudia accoglie gli ospiti, presentando i piatti preparati con cura e narrando la loro storia a millimetro zero. La sequenza gustativa, curata nei minimi dettagli, offre un’armonia che rinnova lo spirito, la mente e, certamente, il palato.

La felice unione tra la roverella e la giusta vite si traduce in un perfetto connubio tra tartufo e vino, completando l’esperienza culinaria con un matrimonio d’amore davvero riuscito.

3 minuti 3 mesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *