IL VINO IDEALE CON IL TARTUFO TARTUFO

Massimo Bomprezzi è lo chef creativo e sperimentatore dell’Accademia del Tartufo nel Mondo

Max Bomprezzi è chef e docente dell’istituto professionale alberghiero Alfredo Panzini di Senigallia. Esperto in catering, è inoltre consulente e formatore in aperture di ristoranti e alberghi: «Il bosco e il tartufo sono la mia casa!».

La cucina di pesce e tartufo è la grande passione di Max Bomprezzi, dove si distingue per la creatività e la poliedricità delle ricette in Italia e nel mondo. Recentemente ha pubblicato il libro “La ricetta giusta, gusto, passione e tradizione“, che ha ottenuto un ottimo successo di critica e di pubblico.

Lo chef Max Bomprezzi

Max è un personaggio social, sperimentatore da sempre, navigatore del mondo e globetrotter; sarà lui a creare le nuove proposte al tartufo per la nostra Accademia. È talentuoso ed eclettico, un cavatore di tartufi da sempre, “con il tartufo ho creato una simbiosi viscerale” queste sono le sue parole.

«Vado a tartufi perché mi dà un grande piacere, mi rilassa e mi aiuta a ritrovare me stesso; mi permette di stare a contatto con la natura, di apprezzarne le forme, i colori, gli odori e il loro lento variare di stagione in stagione.

Osservare la gioiosa frenesia dei miei cani “in cerca” mi emoziona e rafforza il mio rapporto con loro, un rapporto empatico, fatto solo di sguardi e di carezze e forse proprio per questo, più autentico di tanti rapporti umani. Come chef professionista, ovviamente, apprezzo in generale ciò che questo meraviglioso fungo ipogeo può donare alle preparazioni gastronomiche, ma i piatti insaporiti dai tartufi raccolti da me li sento ancora più “miei” mentre osservo le reazioni soddisfatte di chi li gusta.

Mi tornano alla mente l’odore della terra smossa dai miei cani, le loro code scondinzolanti, la loro attesa della mia approvazione. Perfino l’espressione “andare a tartufi” mi scalda il cuore: ha qualcosa di arcaico, di solenne, di magico».

A Senigallia dove Max opera come docente, l’accoglienza e’ di casa.

Anche Luca Santini Presidente della Federazione italiana cuochi delle Marche, nel suo brillante Hotel Turistica, si mostra quale grande maestro della ospitalità marchigiana in cucina e in sala. 

L ‘istituto Panzini, sforna talenti; è una scuola che prepara i grandi Chef, che poi viaggiano in tutto il mondo.